La Cooperativa Ricreazione al fine di migliorare la propria competitività sul mercato, dopo uno stop forzato a causa della pandemia, ha deciso di investire energie, tempo, risorse umane e finanziarie per rinnovare e migliorare i luoghi di lavoro, i processi lavorativi ed i servizi offerti, partendo dalle solide basi di cura e qualità che la contraddistinguono. In quest’ottica, il progetto “Quantum leap” vuole agire come un vero “salto di qualità” rispetto al passato, migliorando e prevedendo la creazione di ambienti lavorativi innovativi, ecologici e safety grazie alle tecnologie utilizzate; l’inserimento di nuove tecnologie e processi di innovazione avverrà anche nei servizi che la cooperativa offre puntando ad innalzare lo standard tecnologico aziendale.

AZIONI E RISULTATI previsti dal progetto “Quantum leap” prevedono la realizzazione di:
–  AZIONE 3 Migrazione server in cloud e sistema di Knowledge management;
Riorganizzazione dell’archivio documentale mediante un sistema di archiviazione in Cloud dove confluire tutti i materiali sviluppati. Il sistema permetterà di avere una gestione molto più fluida delle risorse e una riduzione dei tempi di archiviazione e di lavorazione dei file generando una migliore gestione dei costi. I principali miglioramenti attesi, rispetto alla migrazione del server si avranno nella gestione quotidiana sia in fase di progettazione, sia in fase di erogazione del servizio che nell’intera organizzazione aziendale. In fase di progettazione tutti i soci coinvolti potranno agire direttamente su un sistema di file condivisi, permettendo agli operatori della Cooperativa di condividere documentazione in modo immediato e veloce, sempre garantendo la privacy, con gli altri partecipanti.
– AZIONE 4 Inserimento nuove tecnologie e visione Edugamers;
Dotazione di nuove strutture tecnologiche che possano cogliere uno spontaneo interesse dei giovani. La nuova dotazione strumentale su cui si vuole investire riguarda in specifico le stampanti 3D, che permetteranno sia di mostrare in modo immediato e pratico la trasformazione di una idea/prodotto dal mondo virtuale a quello reale, sia di introdurre concetti come la gestione dei solidi, ma anche l’avvicinamento ai programmi di modellazione grafica 3D. Secondo punto dell’azione consiste nel progetto “Edugamers”, destinato ad utilizzare i videogiochi come strumento educativo e formativo per i giovani, accompagnandoli verso una consapevolezza critica rispetto al tema del videogioco, con l’obiettivo di trasformarli da utenti passivi ad utenti attivi capaci di esprimere una valutazione rispetto a quello che stanno giocando. Grazie alla nuova strumentazione tecnologica implementata ed al progetto “Edugamers”, la Cooperativa avrà maggiore visibilità ed attrattiva verso la comunità di giovani, educatori, insegnanti e genitori espandendo il raggio di azione delle attività e lavorando sulla creazione di un  polo culturale ed educativo tecnologicamente evoluto, che al momento manca sul territorio di riferimento.
AZIONE 5 Implementazione servizio Visitab;
Implementazione di un software per visitare in modo nuovo musei e siti di interesse storico e naturalistico. Grazie a questo progetto, si raggiungerà un maggior interesse sia da parte dei gruppi privati, sia soprattutto da parte degli Istituti scolastici, i quali negli ultimi anni stanno dedicando molta attenzione ai temi e le attività che coinvolgono le nuove tecnologie, consentendo alla Cooperativa di avere maggior peso e penetrazione nel mercato riservato alle attività didattiche extrascolastiche, nonché raggiungere una maggior risonanza nell’ambito dell’organizzazione di eventi culturali legati a luoghi di pubblico interesse.

Il progetto “Quantum leap” è finanziato grazie all’AVVISO PUBBLICO – Innovazione SostantivoFemminile 2022 – Programma Regionale FESR Lazio 2021-2027